Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager

Notizie in pillole sul digitale

Università online per 1,2 milioni di studenti: conclusi già 70.500 esami e 20mila lauree

Coronavirus, si moltiplicano gli attacchi hacker. Con l’emergenza sanitaria e la crescita esponenziale dell’uso della rete, è stato calcolato che in queste settimane ogni utente professionale è vittima di almeno 4 tentativi al giorno.

Università online per 1,2 milioni di studenti. A poco più di un mese dallo scoppio dell’emergenza coronavirus, gli atenei italiani hanno già trasferito online 62mila insegnamenti, pari al 94% dei corsi universitari. A dirlo è il ministro dell’Università Gaetano Manfredi: alla data dei 20 marzo avevano seguito una lezione via web 1,2 milioni di studenti, pari più o meno all’80% degli iscritti totali all’università. Nello stesso arco di tempo risultavano svolti a distanza 70.500 esami di profitto e circa 20mila lauree.

Contanti in quarantena, quali alternative? Il mese scorso la Banca centrale cinese ha sottoposto a raggi ultravioletti e alte temperature i contanti provenienti dalle zone più colpite dall’epidemia, stoccati poi per due settimane in una sorta di quarantena. In Italia – scrive il Sole 24 Ore – l’86% delle transazioni avviene ancora in contante. Ecco perché l’ideale sarebbe dunque eliminare qualsiasi contatto con oggetti orientarsi verso pagamenti di prossimità (come Apple Pay o Samsung Pay), ma anche sulle transazioni via wallet digitale quali Satispay.

Il Milan Internet Exchange batte il suo record storico. Tutti gli operatori di tlc hanno registrato picchi di connessioni, specie negli orari serali. Dal Milan Internet Exchange, l’hub principale di scambio dati su cui circola il 20% del traffico italiano, non si riscontrano però carenze sulle dorsali. «Dall’8 marzo ad oggi – spiega il direttore generale Valeria Rossi – abbiamo visto un incremento di traffico del 25%». Ad essere sotto stress sono nodi della rete che smistano migliaia di richieste in contemporanea da parte degli utenti, soprattutto quelli Lombardi: da questo possono dipendere tempi di latenza superiori.

220 mila pmi italiane su Alibaba. Da oggi è una possibilità in più per le piccole e medie imprese italiane: trovarsi in un colpo proiettati su uno dei maggiori marketplace virtuali del mondo per il B2B. È questo il senso dell’accordo annunciato tra Italiaonline e il gigante cinese dell’e­commerce Alibaba. L’accordo prevede infatti che Italiaonline potrà connettere le sue imprese clienti al marketplace di Alibaba, presente in più di 190 Paesi, con 18 milioni di buyer professionali e contenuti tradotti in 16 lingue.

Amazon sospende le consegne non prioritarie. Un dipendente del centro Amazon di Passo Corese (Rieti) si trova in quarantena perché risultato positivi al Covid­19. L’azienda informa che il centro di distribuzione resta operativo. Tuttavia, Amazon rende noto che non si accettano più ordini considerati in questo momento non prioritari.