Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Ue, le piattaforme social collaborano per arginare fake news

Vodafone lancia Digital Privacy & Security, il nuovo servizio per proteggere tutti i dispositivi della famiglia. In particolare, è possibile scegliere il livello di protezione più adatto alle proprie esigenze per proteggere tutti i dispositivi connessi al wifi della Vodafone Station in casa e tutti i dispositivi mobili.

Fastweb, a fine anno arriva in 50 città l’offerta Fwa-­5G. Entro l’anno Fastweb avvierà il suo servizio fixed wireless access­-5G in 50 città. «Che diventeranno 2mila entro il 2023». Alberto Calcagno, ad Fastweb, lo annuncia durante il suo intervento a un webinar.

Airbnb, debutto da 100 miliardi. Le azioni della società californiana di affitti brevi sono più che raddoppiate, salendo del 125% in apertura, per chiudere a 144,7 dollari dagli iniziali 68 (+113%), con una valorizzazione di circa 100 miliardi.

La Francia multa i bigh tech. Ieri l’autorità garante della privacy francese ha inferto due multe per non aver rispettato la legge francese sui cookies. L’autorità rimprovera alle bigh tech di mettere i cookies, senza che ci sia un’autorizzazione previa dell’utente. E poi i banner che compaiono sugli schermi non contengono “informazioni sufficientemente chiare sulle finalità dei cookies e su come rifiutarli”.

Basta con lo stalking dei cookie. Stop alla ripetizione delle richieste di consenso per i cookie; di regola lo scrolling non sostituisce il consenso e i cookie wall sono vietati. Sono alcune delle novità proposte dal Garante della privacy in materia di cookie utilizzati dai siti internet per raccogliere dati su chi naviga.

Le piattaforme social collaborano per arginare fake news. Solo nel mese di ottobre, in Italia, Tik Tok ha rilevato 68 video con false informazioni sanitarie e 464 video con violazioni collegate alla pandemia. Sono alcuni dei dati contenuti nell’ultimo rapporto sulla valutazione dell’impatto delle azioni intraprese dai firmatari del Codice di condotta contro la disinformazione, pubblicato dalla Commissione Ue. In generale, l’esecutivo Ue promuove Google, Microsoft, Tik Tok, Facebook e Twitter, che dimostrano di aver compiuto progressi nella lotta contro le fake news e le informazioni fuorvianti sul coronavirus e i vaccini. Questo lavoro “aumenta la trasparenza delle piattaforme online e rappresenta un passo in avanti nella giusta direzione” ha detto la vicepresidente della Commissione Ue, Vera Jourova.