Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager

Notizie in pillole sul digitale

“TrUE”, il sito di Repubblica per combattere le fake news

Diffamazione, giornalisti puniti da sanzioni salate. La commissione Giustizia del Senato ha approvato un emendamento che cancella la pena del carcere per il reato di diffamazione e irrobustisce in le sanzioni sempre penali, ma di natura “solo” pecuniaria: da 5 mila euro fino a un massimo di 50 mila.

TrUE, il sito di Repubblica per combattere le fake news. È una rubrica lanciata dal quotidiano in collaborazione con il Parlamento europeo. Una serie di approfondimenti per capire da dove partono le fake news, per smentirle, per evidenziare i loro scopi: «Un manuale di auto difesa per capire e difendersi dalla disinformazione».

Netflix, arriva Eleonora Andreatta da Rai Fiction. Eleonora (Tinny) Andreatta lascia il vertice di Rai Fiction. «So quello che lascio e quanto debbano alta Rai la ricchezza e l’esperienza che porto con me», ha dichiarato. Dopo 25 anni in Rai e 8 alla guida di Rai Fiction, da luglio approderà a Netflix come «Vice Presidente delle Serie originali italiane».

Beppe Grillo propone che Cdp rilevi Tim, Conte approva. Il leader del M5S in un post sul blog ha spiegato che bisogna «risolvere l’assurdo dualismo Open Fiber­Tim». La proposta di Grillo prevede che Cdp incrementi la sua quota in Tim fino al 25% e poi rilevi anche quella di Vivendi arrivando in maggioranza e poi procedendo alla fusione con Open Fiber. Uno scenario che è stato approvato dal premier. «È una buona idea», ha detto Conte.

Il metodo TikTok è una grande lezione sulla reversibilità del male. «Come dimostra l’incredibile storia degli utenti di TikTok che hanno provato a sabotare il comizio a Tulsa di Trump – scrive oggi il Fogliola meraviglia dei social network è che il messaggio dominante veicolato dal medium non è affatto predefinito ma è affidato alla creatività di chi lo popola». E permette di «trollare i populisti come farebbero i nostri figli, usando cioè le armi e il linguaggio dei troll della politica per diffondere messaggi del tutto opposti».

Crescono i pericoli sui social network. Secondo l’Osservatorio del Ministero dell’Interno sulle aggressioni agli amministratori locali, si conferma un trend emerso negli ultimi anni: l’aumento dei casi registrati sui social network (15% del totale). Le aggressioni e gli incendi rappresentano le principali tipologie di intimidazione (18% ciascuno).

Abbonati al 5G a quota 190 milioni a fine 2020, che diventeranno 2,8 miliardi entro il 2025. È quanto si legge nell’edizione di giugno del Mobility Report Ericsson.