Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager

Notizie in pillole sul digitale

Sballo live con antistaminico: la sfida mortale su TikTok

Cyber ricatto al Comune. Ammonta a 500mila euro il riscatto chiesto dai pirati informatici che da mercoledì scorso tengono sotto sequestro i portali telematici della sede municipale del Comune di Rieti, oggetto di un attacco hacker che non ha precedenti nella storia del capoluogo laziale. A confermare il riscatto gigantesco fonti amministrative, che rivelano come gli hacker abbiano richiesto il pagamento di 500mila euro in valuta digitale, nella fattispecie bitcoin, per evitare il tracciamento della transazione.

Sballo live con antistaminico: la sfida mortale su TikTok. Una delle sfide più popolari sulla piattaforma: andare fuori di testa ingurgitando dosi elevate di difenidramina, facilmente reperibile in commercio e spesso nell’armadietto della farmacia di famiglia col nome di Benadryl, un antistaminico usato per trattare le allergie, gli occhi rossi, gli starnuti. Dopo il decesso di una quindicenne americana, è scattato l’allarme dei medici per la nuova challenge.

Buste di semi mai ordinati: Amazon ferma i pacchi. Negli ultimi mesi, il ministero dell’Agricoltura americano aveva diramato l’allarme dopo aver ricevuto circa 20 mila denunce e raccolto 9 mila pacchetti spediti dalla Cina: finora ne hanno analizzati 2.500 senza rinvenire minacce per l’agricoltura, per l’ambiente o per l’ecosistema. Secondo le indagini si tratterebbe probabilmente di «brushing scam», una truffa informatica per cui i venditori pagano persone che ordinano i loro prodotti e spediscono a terzi (ignari) oggetti di poco valore per poi lasciare false recensioni che agevolano gli affari del committente. Amazon durante il weekend ha rimosso tutti i venditori stranieri che spediscono in autonomia.

Ora gli hacker attaccano anche le serie tv. L’ultima frontiera della pirateria informatica consiste infatti nel rubare le credenziali degli account on line utilizzati per accedere alla visione. E The Mandalorian, Stranger Things, The Witcher, Sex Education, Orange is the New Black risultano le ‘preferite’ dai truffatori della Rete. Lo hanno scoperto i ricercatori della società di sicurezza Kaspersky che hanno preso in esame le minacce informatiche a cinque principali piattaforme di streaming.

Entro l’anno la direttiva europea sul copyright, approvata nel giugno 2019, sarà legge in Italia. È la previsione di Andrea Martella, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria. Al Festival di Dogliani, il sottosegretario ha tracciato le linee guida dell’intervento governativo: «Gli Over the top come Google e Facebook utilizzano un algoritmo a fini commerciali per fare circolare i contenuti e questo limita il pluralismo e fa aumentare le fake news. Bisogna tutelare i contenuti editoriali di qualità, il diritto d’autore e i giornalisti che li producono». Ecco perché «bisogna trovare un nuovo equilibrio in cui non ci siano posizioni predominanti di alcuni a scapito di altri».

Le griffe si fanno ascoltare e diventano regine del podcast. Ha iniziato Chanel, la maison dei fratelli Wertheimer, e ora sulle piattaforme come Apple e Spotify pullulano gli audio dei principali marchi che hanno scoperto come il potere della voce faccia aumentare in modo notevole le vendite. Secondo il magazine online Fashion for Breakfast, lo scorso anno in Usa il 61% del pubblico di ascoltatori affermava di aver comprato un prodotto o un servizio dopo averne sentito parlare in un podcast. Ad Results Media, agenzia di pubblicità specializzata in media audio, già lo scorso anno rilevava che un podcast con un download medio a episodio di 50.000 utenti può incrementare il fatturato annuo di 170.000 euro.