Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Pechino fa la guerra alle criptovalute e le società si spostano negli Usa

YouTube, ok dal tribunale: via le fake news sul Covid. La cattiva informazione, soprattutto non veritiera e distorsiva di quanto appurato dalla scienza, sugli effetti e rischi legati alla pandemia Covid­19 non ha diritto di cittadinanza sulla rete. Almeno su Youtube. È quanto deciso in sede d’urgenza, con relativo reclamo respinto, dal Tribunale di Milano che ha accolto la posizione di Google, rigettando il ricorso presentato da Byoblu Edizioni a seguito della sospensione del canale YouTube di quest’ultimo. Nelle decisioni di primo grado e reclamo, il tribunale ha rigettato le domande osservando come “non si concreta nel caso in esame la lesione del diritto dei reclamanti di manifestare liberamente il proprio pensiero e/o di esercitare il diritto di informazione e di portare a conoscenza dei loro abbonati e degli utenti le loro idee e le loro opinioni anche relative alla pandemia da Covid 19 […] non essendo neppure astrattamente ravvisabile, al di fuori ed a prescindere dal contratto, un obbligo di Google di garantire ai ricorrenti l’esercizio della libertà dell’art. 21 Cost. o il loro diritto di informare i propri abbonati e di esprimere pubblicamente le proprie opinioni attraverso i social media Google”.

Marchetti: Yoox è stato come un figlio. Il fondatore ora alla Bocconi insegnerà ai giovani come si crea una startup e la sostenibilità. Fondatore di Yoox e poi di Yoox Net­A­Porter, multinazionale dell’eCommerce della moda, primo e finora unico italiano ad inventare un “unicorno” del settore tech (una startup passata da 0 a 1 miliardo di dollari), lascia la presidenza della sua creatura. “Lascio le cose perfettamente a posto: il nostro azionista Richemont ha reso noti i suoi risultati finanziari, inclusi quelli dei distributori online di cui Ynap costituisce la parte principale: +86% nell’ultimo trimestre. È un successo straordinario di tutti inostri team, abbiamo quasi raddoppiato i ricavi del trimestre dello scorso anno ­spiega ­ volevo lasciare con un piano di successione ben fatto, annunciato 18 mesi fa emesso “on hold” a causa del Covid.

Pechino fa la guerra alle criptovalute e le società si spostano negli Usa. La “grande migrazione” dei Bitcoin è iniziata. I “miners”, i minatori del nuovo oro virtuale, hanno scelto la loro prossima destinazione: il Texas. Vento e sole abbondanti, elettricità a prezzi stracciati, incentivi fiscali: dopo la guerra dichiarata da Pechino alle criptovalute, la nuova Mecca è lo Stato americano. A rendere la vita difficile alle miniere di bitcoin aveva iniziato la Mongolia Interna, a marzo. Bruciare montagne di combustibili fossili contrasta con gli obiettivi verdi del Dragone. Ma nell’ultimo mese altre regioni l’hanno seguita: il Qinghai e lo Xinjiang, poi lo Yunnan dove le autorità hanno comunicato che avrebbero tagliato la fornitura di energia elettrica a chi la utilizzasse per estrarre il nuovo oro digitale. E il Sichuan. Infine, la stoccata definitiva della Banca centrale che ha ordinato indagini sui conti bancari che facilitano il commercio di criptovalute e bloccato le transazioni. La Cina è il primo mercato al mondo di bitcoin (il 65% opera da qui): nelle miniere sperdute nelle campagne migliaia di macchine “estraggono” 24 ore su 24.

Le chat audio di Clubhouse disponibili a tutti. Clubhouse esce dalla fase beta e rimuove il sistema delle liste d’attesa in vigore finora. Chiunque voleva provare le chat audio dell’app, sia su iOS che Android, doveva infatti aspettare che un altro utente lo facesse entrare, una volta che il suo nome appariva nel menu ‘waiting list’. Sedici mesi dopo il suo debutto, l’app delle conversazioni apre a tutti. Per ufficializzare il cambiamento, l’azienda ha presentato anche un nuovo logo e un sito web, www.clubhouse.com, dove essenzialmente sono presenti le linee guida della comunità e gli articoli del blog. La mossa è chiaramente rivolta a far crescere il numero di iscritti. Clubhouse ha aggiunto un sistema di messaggistica diretta la scorsa settimana, sottolineando che da quel momento le persone hanno inviato un totale di 90 milioni di messaggi. Stando alle ultime statistiche, in media gli utenti trascorrono più di un’ora al giorno sulla piattaforma, che ha beneficiato del lancio su Android dopo aver raggiunto una certa saturazione su iOS. Nel frattempo, i principali social, tra cui Twitter, Facebook, Instagram, Discord e Spotify, hanno presentato le loro versioni delle chat audio, accrescendo la concorrenza nel settore.

Un doodle per le Olimpiadi. Google ha deciso di omaggiare le Olimpiadi di Tokyo 2020 con un doodle davvero particolare. Si tratta di un gioco intitolato “L’isola dei campioni”. Nella giornata inaugurale dei Giochi, al posto della classica immagine solitamente animata, arriva una versione-videogame che sembra richiamare il mitico Super Mario (non bidimensionale) del Super Nintendo.