Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Pechino a Trump: «TikTok non si vende senza il nostro ok»

Mostra del cinema sotto attacco hacker? O un sistema informatico che non è riuscito a reggere l’assalto degli accreditati, in coda virtuale per prenotare i biglietti? «Pare che il sito sia stato oggetto di un attacco di hacker», ha detto il direttore della Mostra del cinema, Alberto Barbera, rispondendo su Instagram a chi si lamentava.

Come ti aggiro i controlli e vendo armi su Facebook. Centinaia di utenti sono riusciti ad aggirare le norme di Facebook Marketplace per mettere in piedi una compravendita di armi. Il commercio di armi viene spacciato per vendita di adesivi da collezione con la foto di una determinata arma o di un particolare marchio. Adesivi costosissimi, visto che per uno sticker alto pochi centimetri si chiedono fra i 300 e i 500 dollari. Salvo poi proporre agli interessati di proseguire la trattativa in maniera privata. Spacciandosi per acquirenti, i giornalisti del Wall Street Journal hanno ottenuto cosi le fotografie della vera mercanzia: fucili, pistole e perfino armi da guerra.

«TikTok non si vende senza il nostro ok». ByteDance, l’azienda cinese proprietaria di TikTok, non potrà vendere le operazioni Usa della popolare app senza l’autorizzazione del governo cinese. È quanto prevedono alcune restrizioni varate da Pechino sull’export di alcune tecnologie, secondo quanto riporta l’agenzia Bloomberg.

Rete unica: al lavoro sul piano A saltando il passaggio FiberCop. Al piano A si inizierà a lavorare subito dopo i cda di Telecom e Cdp, che si terranno in contemporanea domani pomeriggio. Telecom darà il via libera all’ingresso di Kkr e di Fastweb in FiberCop, la futura società della rete in rame dell’incumbent. Ma Cdp negozierà con Kkr un’opzione per rilevare l’8­-10% della newco, che però non vedrà mai la luce se si troverà la quadra per portare sotto lo stesso cappello anche Open Fiber. Di fatto l’operazione FiberCop con la sola Kkr è un piano B, da realizzare se non decollerà la rete unica.

Zuckerberg: «Errore non censurare i suprematisti». «Facebook ha sbagliato a non rimuovere la pagina di un gruppo di miliziani di Kenosha, in Wisconsin, che invitava civili armati a intervenire». Così ha detto ieri in un video il ceo di Facebook Mark Zuckerberg, riferendosi alle proteste scoppiate dopo che la polizia ha sparato a Jacob Blake, e che hanno portato all’uccisione di altri due manifestanti. Il social sta ora eliminando i post che lodano la sparatoria o il 17enne che ha sparato, ma il quotidiano britannico The Guardian segnala che ce ne sono ancora a decine.

Se ti avvicini scatta l’allarme. Un sistema di intelligenza artificiale basato sulle telecamere di sicurezza che analizza le immagini negli stabilimenti Amazon e avvisa in automatico potenziali violazioni delle regole di distanziamento sociale. È l’ultima soluzione studiata in casa Amazon per garantire, all’interno degli stabilimenti, che i lavoratori mantengano sempre una distanza di almeno due metri.

Neuralink, l’impianto cerebrale di Elon Musk nei maiali. Elon Musk l’ha chiamata la “demo dei tre porcellini” e qualcuno ha rilanciato citando i “cypork. In effetti Gertrude è il maiale con un chip grande come una moneta (8 mm, “come un Fitbit ma con i fili”, ha detto Musk) impiantato nel cervello che gli spettatori hanno potuto vedere muoversi in un recinto seguendo le sue connessioni cerebrali sul display di un computer. Manovrare il personaggio di un videogioco usando solo la mente, salvare i nostri ricordi per poterli poi rivedere, effettuare ricerche su Google usando il pensiero e molto altro ancora. Le ambizioni di Neuralink, la startup fondata da Elon Musk che punta a collegare il cervello umano e i computer.