Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

L’80% di chi paga dopo ricatto hacker subisce nuovo attacco

Piano Ue per tagliare le serie tv britanniche. L’Ue sta preparando un piano per ridurre la presenza di serie e film di produzione britannica da Amazon e Netflix (nella foto una scena di The Crown), a vantaggio di una maggiore “diversità dei contenuti”. Lo rivela un documento che circola a Bruxelles e di cui il quotidiano Guardian ha preso visione.

Necessario identificare il danneggiato per stabilire chi giudica. La Corte di giustizia Ue ha chiarito i criteri per individuare il giudice di uno Stato membro competente nelle azioni civili per violazione attraverso il web dei diritti della personalità. Nei casi di violazione dei diritti della personalità, anche attraverso il web, la giurisdizione deve essere attribuita ai giudici del luogo in cui si trova il centro degli interessi della persona che si considera lesa. A patto, però, che sia possibile prevedere il giudice nazionale competente. Nei casi di lesione attraverso il web, in cui c’è il rischio di una proliferazione di soggetti lesi e, quindi, di potenziali giudici competenti, proprio per garantire la prevedibilità è necessario che la persona sia indicata in modo specifico o sia individuabile dal contenuto pubblicato.

Amazon: sciopero lavoratori nel Prime Day. In Germania i lavoratori del gruppo statunitense di eCommerce hanno indetto uno sciopero, che coincide con il Prime Day.

L’Italia fa il 62% di share in tv sui social è in cinese e arabo. Dopo le tre brillanti gare dell’Italia a Roma, il presidente Figc Gravina si è focalizzato su tre tematiche: gli ascolti tv, l’accoglienza della Capitale e il successo di «Casa Azzurri». «Davanti agli schermi, sono stati ben 42 milioni gli italiani­spettatori, con uno share del 62% tra dati Rai e Sky. Sui social, la comunità azzurra è aumentata di mezzo milione in pochi giorni; sono nati anche i profili in arabo e in cinese. Alle gare dell’Olimpico hanno assistito 48mila persone, con un’accoglienza impeccabile della città e un livello di sicurezza altissimo con oltre 3mila volontari».

Un sostegno ai progetti innovativi dell’imprenditoria femminile. La missione 5 del Pnrr prevede risorse per finanziare l’imprenditorialità delle donne con l’obiettivo di favorire la loro indipendenza economica e un sistema di certificazione della parità di genere. Per questo duplice obiettivo sono previsti 400 milioni per la prima misura e 10 milioni per la seconda. Le imprese femminili sono soltanto il 21,93% del totale delle imprese iscritte nel registro delle camere di commercio: segno dell’arretratezza del nostro Paese sul terreno delle pari opportunità e, in particolare, della difficoltà che hanno le donne d’intraprendere carriere sfidanti e competitive. Inoltre nel Pnrr vi è un’attenzione particolare per i ragazzi tra i 18 e i 25 anni, i quali svolgono un servizio che porta benefici alla collettività, mentre acquisiscono competenze per il loro futuro professionale. Viene inoltre favorita la loro inclusione sociale, realizzata mediante il coinvolgimento diretto in contesti nei quali possono costruire relazioni significative, utili alla loro “attivazione” nella vita della comunità in cui operano.

L’80% di chi paga dopo ricatto hacker subisce nuovo attacco. Secondo il rapporto Cybereason Global Ransomware Study il 66% di chi ha subito attacchi, rileva la survey, ha avuto perdite economiche, il 53% lamenta un danno d’immagine per la propria compagnia, il 29% una riduzione della forza lavoro e in un quarto dei casi l’attacco ha portato ad una chiusura dell’azienda. Tra le soluzioni più adottate ci sono il training del personale (48%), l’aggiornamento delle protezioni di sicurezza (48%), il backup dei dati (43%) e lo scanning delle email (41%).

Nielsen lancia strumento per rilevare ascolti streaming. La società, le cui valutazioni rappresentano lo standard per l’industria dell’intrattenimento nel misurare la popolarità degli show televisivi, ha lanciato The Gauge, un nuovo indicatore mensile che mostra l’utilizzo televisivo totale per trasmissioni, streaming, tv via cavo e altre alternative, fra cui videogiochi, video on demand e visione di DVD o Blu-ray. The Gauge, inoltre, includerà un’analisi dettagliata del canale di streaming per identificare quali servizi sono più popolari; in precedenza, i servizi di streaming offrivano i propri dati sugli ascolti, numeri che però non sono soggetti a verifiche indipendenti e non possono essere pertanto confermati.