Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Il Teatro alla Scala sbarca su Google Arts: tour virtuali e oltre 250 mila immagini e video

Immuni, nuovi dubbi sulla sicurezza dei dati. Ancora non è stata rilasciata, ma il Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, sembra orientato a produrre un documento critico sull’app per il tracciamento dei contatti. Quella di Immuni – scrive oggi il Corriere della Sera – sta diventando una partita delicata dentro un gioco politico più grande.

Via a Virgin­O2: nasce il big inglese delle tlc. Virgin Media (rete a banda larga) e O2 (operatore mobile) hanno deciso di unire le loro attività nel Regno Unito. L’operazione andrà a far nascere il più grande operatore nel mercato britannico delle telecomunicazioni, con 46,5 milioni di clienti fra mobile, banda larga, Tv e ricavi per 11 miliardi di sterline (12,6 miliardi di euro).

«Pensiamo a una Netflix della cultura italiana che consenta di offrire online ciò che non si può usufruire dal vivo, naturalmente a pagamento». Parole del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. Nei giorni scorsi era stata l’Associazione dell’industria del cinema (Anica) a chiedere allo stesso ministro un intervento concreto affinché non vengano penalizzate le opere cinematografiche nazionali.

La Scala sbarca su Google. Costretto a sospendere gli spettacoli per l’emergenza coronavirus, il Teatro milanese ha accelerato il suo arrivo sulla piattaforma dedicata alle arti e alla cultura. Da ieri, è infatti possibile accedere alle 259 mila fra immagini e video messe a disposizione su Google Arts and Culture, scoprire i costumi più iconici e compiere tour virtuali all’interno del teatro.

Farmaci anti Covid-19 sul web: oscurata Alibaba. La Procura di Milano ha oscurato alcune pagine della piattaforma di e-commerce con un decreto di sequestro preventivo d’urgenza. Sotto inchiesta è finito un 52enne, indagato per aver offerto in vendita su Alibaba un medicinale non autorizzato al commercio dall’agenzia del farmaco e consentito solo a titolo sperimentale in una decina di centri di cura in tutta Italia.