Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

Coronavirus, il dibattito sull’app per limitare i contagi: dubbi su privacy e trattamento dei dati

Coronavirus, il dibattitto sull’app per limitare i contagi. Un articolo del Corriere della Sera di oggi riporta il dibattito tra gli esperti che stanno studiando la messa a punto di un’app per monitorare la diffusione del virus. Alcuni punti ancora da chiarire: quanti dati vengono elaborati sul dispositivo e quanti, invece, vengono gestiti centralmente; dove i dati vengono conservati, in che forma, chi vi ha accesso, per quanto tempo e a quale fine scientifico preciso. Deve essere chiarito al cittadino cosa può condividere ed eliminare in autonomia e va adeguata la cyber­sicurezza. Infine il tema dell’usabilità: deve essere uno strumento adatto a tutti e anche alle aree a bassa connettività.

L’Internet delle cose vale 6,2 miliardi di euro. Manifattura 4.0 e Smart home sono i due segmenti che nel 2019 hanno segnato le migliori performance nell’IoT, entrambi con un +40%.  Le iniziative si concentrano soprattutto nei settori delle lavorazioni meccaniche (73%) e degli elettrodomestici (71%). È quanto rivela l’ultima edizione dell’Osservatorio Internet delle cose del Politecnico di Milano.

«Sono preoccupata per le pmi italiane: solo un terzo di loro sono digitalizzate e solo una su sette (di quelle con più di 10 dipendenti) ha un fatturato significativo online»: a dirlo è Mariangela Marseglia, country manager di Amazon in Italia che nell’intervista a Repubblica racconta come sono cambiate le abitudini dei consumatori. «Mia madre di 70 anni ha scoperto il computer e iniziato a ordinare tutto sul web. E si è abituata a pagare con strumenti digitali e non con i contanti. Difficile che questi consumatori tornino indietro a pandemia finita. Ci sarà un salto in avanti dell’e­commerce e le imprese italiane su questo fronte sono in ritardo».

La dirette Instagram sono la tv del futuro? «Prima c’era l’effetto novità e l’ansia di fregare il destino inventandoci qualcosa. Alla decima cosa Instagram diventa alienante, subentra un senso di impotenza e ottieni l’effetto contrario». A dirlo, in un’intervista a Repubblica, è Alessandro Cattelan, che spiega anche così la scelta di tornare in studio per il programma E poi c’è Cattelan.

Quibi, la piattaforma per i video mobile. È stata lanciata ieri negli USA e in Canada la piattaforma concepita per contenuti originali prodotti specificamente per i cellulari, che vanno dai 5 ai 9 minuti di lunghezza. I contenuti originali sono creati da celebrità — attori, musicisti, sportive, registi e creativi di Hollywood ­ e comprendono documentari, musica, reality tv, notiziari.

Un terzo delle famiglie italiane senza pc o tablet. Gli ultimi dati pubblicati dall’Istat fotografano una situazione allarmante soprattutto al Sud, dove la percentuale di famiglie senza pc o tablet arriva al 41%. Dati che hanno suscitato la reazione del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che si è detto disposto a inserire «una modifica alla Costituzione con il diritto all’accesso alle reti info­telematiche».

Donare mascherine, camici e guanti di protezione a medici e infermieri impegnati in corsia ogni giorno per curare i pazienti affetti dal coronavirus grazie a un’app: è la raccolta fondi di Bancomat spa in favore della Fondazione Spedali Civili di Brescia. Per ogni 25 euro raccolti la Fondazione potrà acquistare un kit giornaliero di protezione individuale da distribuire ai suoi operatori sanitari.