Chi Siamo

Servizi

Executive Reputation

Consulenza

Strumenti

News

Contatti

Reputation Manager?>

Notizie in pillole sul digitale

“Birdwatch”, il nuovo tool di Twitter contro le fake news

La Tv on demand fa il pieno di abbonati. Secondo EY, le piattaforme di video on demand possono ora contare su 15,8 milioni di utenti e 6,8 milioni di sottoscrittori. Rispetto a giugno 2017 si tratta di 11,5 milioni di utenti in più; 8,1 milioni di abbonamenti in più; 5,1 milioni di abbonati in più. Fra gennaio e luglio, anche grazie al lockdown, +2 milioni di utenti; +1,5 milioni di abbonamenti e +700mila sottoscrittori.

App, TikTok davanti a tutti per ricavi e download. La spesa mondiale in applicazioni è cresciuta del 32% nel terzo trimestre arrivando a 29,3 miliardi di dollari secondo gli analisti di Sensor Tower. TikTok, nonostante il bando in India, è prima sia per ricavi (aumentati dell’800% rispetto al terzo trimestre 2019) sia per download. Al secondo posto YouTube, seguita dalla app di incontri Tinder.

La nuova funzione di Twitter contro la disinformazione. Secondo le ultime indiscrezioni, il social starebbe sviluppando un nuovo tool chiamato “Birdwatch: un tentativo di affrontare la disinformazione attraverso la sua piattaforma fornendo più contesto per i tweet, sotto forma di note. Gli utenti, dal menu a discesa utilizzato per segnalare o bloccare un contenuto, potranno aggiungere i tweet a “Birdwatch”, che significa contrassegnarli per la moderazione. Una barra laterale – la Birdwatch Notes – servirà per tenere traccia delle proprie segnalazioni.

La pandemia non ha fermato la crescita delle imprese digitali italiane. Secondo i dati raccolti dall’Osservatorio del Mise nei primi sei mesi del 2020, il numero di aziende che vendono prodotti e servizi esclusivamente attraverso il web è esploso, con al ritmo di 17 attività in più al giorno.

I primi 10 anni di Instagram. Il 6 ottobre 2010 Kevin Systrom postava la fotografia del suo cane e dava il via al social più popolare del pianeta. Da allora niente è più come prima: ogni giorno vengono caricate sul social più di 100 milioni di foto e 400 milioni di stories. In media ogni utente, con un’età che nel 71% dei casi è tra i 18 e i 35 anni, passa quasi 53 minuti a scrollare il feed. Vale a dire che ogni mese un miliardo di persone interagiscono attivamente con la piattaforma generando ricavi pubblicitari per Instagram di 23 miliardi di euro ogni anno.